Skip to main content

Certificazioni sotto assedio. Maskline fa chiarezza sulle mascherine Ffp2

In un momento di facili allarmismi, fare confusione è umano e comprensibile. Tuttavia ciascuna vicenda venga messa in discussione merita una spiegazione e un approfondimento.

Sentendoci responsabili per i nostri clienti, abbiamo voluto rivolgerci a degli esperti che potessero indicarci l’iter perseguito dagli istituti di ricerca in merito alle certificazioni delle mascherine Ffp2 per verificare l’adeguatezza delle dichiarazioni rilasciate e quindi comprendere l’affidabilità dei dispositivi da noi commercializzati.

Vi riportiamo in breve le dichiarazioni ricevute:

5 marzo 2021 – In merito alle informazioni apparse su alcuni media in  questi  giorni  e  relative  alla  presunta  irregolarità  di  molti dispositivi anti-covid, in particolare a quelli che fanno riferimento ai certificati rilasciati dall’Organismo Notificato UNIVERSAL, desideriamo precisare quanto segue:

•UNIVERSAL è Organismo Notificato, regolarmente presente nel sito NANDO, ovvero  il  sito  ufficiale  europeo che contiene tutte le informazioni legali utili relativamente alla sicurezza dei prodotti immessi  sul mercato UE. È dunque possibile, vistando il sito NANDO, verificare direttamente la legittimità  di  tale Organismo.

•Nel corso dell’ultimo anno questo Organismo ha emesso molti certificati, forse perché più competitivo, forse perché più efficace (…). Il grande numero di certificati porta due conseguenze: la possibilità di molte falsificazioni da parte dei concorrenti (come quelli di ECM e di ICR Polska) e l’invidia di qualcuno.

•Qualsiasi certificato riporta la seguente dicitura: “Il presente documento riguarda esclusivamente il campione che è stato testato, non dice nulla  sulla  produzione  di  serie.”  Rimane  compito  del  fabbricante rispettare le leggi dei Paesi nei cui mercati immetterà il prodotto.

•NON esiste alcuna correlazione tra dispositivi non conformi e certificati a essi abbinati: in primis perché i certificati potrebbero essere di origine dolosa, in secundis perché, pur avendo un certificato corretto, il prodotto potrebbe non esserlo per dolo del fabbricante.

LAST NEWS

ll test antigienico Deep Blue si afferma tra i migliori 4 test Covid 19 in termini di sicurezza e affidabilità. Lo stabilisce una ricerca inglese.

LEGGI L'ARTICOLO!

In sostanza…

In questa vicenda non sono le mascherine ad essere accusate, ma l’intera organizzazione di controllo e certificazione su cui i canali distributivi non hanno alcuna responsabilità. Resta il fatto che i DPI siano il principale strumento che abbiamo a disposizione per proteggere noi e gli altri dal contagio.

VARIANTI COVID

I tamponi antigenici rapidi Deep Blue di Maskline riescono a riconoscere la presenza del Virus.

SCOPRI DI PIÙ

Scopri e acquista

Leave a Reply